fbpx

Come gestire la volatilità dei mercati

Se la crisi del mercato azionario del 2018 ti ha reso nervoso, rimani comunque investito. Ci sono state molte previsioni su come i mercati andranno bene nel nuovo anno e anche qualche preoccupazione per una recessione incombente. Indipendentemente da come l’anno si evolverà ricorda che il lungo periodo offre risultati migliori agli investitori.

Ecco alcuni suggerimenti su cosa fare quando il mercato scende.

Cliccando qui puoi ascoltare l’audio dell’articolo direttamente da Telegram.

Comprendi la volatilità del mercato.
Per quanto frustranti possano essere, le recensioni sono normali. La storia ha dimostrato che il mercato azionario è resiliente quindi la chiave è cavalcare i tempi difficili.
Ricorda! Per il 70% del tempo il mercato cresce mentre per il 30% il mercato scende. Il segreto è avere i nervi saldi e restare nel mercato in quel 30% negativo per potersi godere le soddisfazioni molto più ampie dei mercati positivi.
Controlla il tuo portafoglio.
Tieni d’occhio il tuo portafoglio e limita allo stretto necessario le modifiche.
Agire troppo spesso può portare a reazioni istintive che possono danneggiare la tua pianificazione. Valutare il tuo portafoglio periodicamente ti dà la possibilità di assicurarti che tutto stia ancora andando bene ed è in linea con i tuoi obiettivi di vita senza ossessionarti.
Detto questo c’è un vantaggio nel controllare il tuo portafoglio nel bel mezzo di una crisi. Se si ha bisogno di riequilibrare il tuo portafoglio puoi probabilmente ottenere prezzi bassi sui nuovi investimenti che hai intenzione di acquistare.
Conosci il tuo livello di rischio ideale.
Se ti lasci prendere dal panico ogni volta che il mercato scende potrebbe essere perché hai assunto troppi rischi.
Il miglior livello di rischio per te dipende:
  • dalla tua età
  • dai tuoi obiettivi
  • da quanto sei a tuo agio con gli investimenti
Può essere difficile trovare il giusto equilibrio tra troppo rischioso e troppo conservativo, ecco perché è utile rivedere il tuo portafoglio di tanto in tanto per assicurarti che corrisponda al tuo mix ideale di investimenti.
Fai un PAC.
Cerca di adottare un approccio a lungo termine per quando e come prevedi di investire attraverso un piano ricorrente cadenzato di investimento. Se continuerai ad acquistare anche quando il mercato sarà in calo probabilmente sarai in grado di acquistare più azioni perché i prezzi crollano. Storicamente alcuni dei migliori ritorni sugli investimenti sono avvenuti direttamente dopo i periodi peggiori della storia economica (vedi immagine sotto). Attieniti a un piano di acquisto con cui ti trovi a tuo agio ti aiuterà a gestire la paura e la fretta di investire.

Fonte: JPMorgan

Evita di cercare di prevedere il mercato.
Secondo Morningstar gli investitori fanno meglio quando acquistano e mantengono i loro fondi anziché tentare di decidere quando comprare e vendere i fondi per ottenere migliori rendimenti.
Gli investimenti a lungo termine hanno dimostrato di essere l’opzione più redditizia più e più volte quindi devi investire per ottenere rendimenti nel tempo. Nell’immagine sotto il grafico storico dello Standard & Poor’s 500 americano.

Fonte: JPMorgan

Il mercato può muoversi in modi imprevedibili quindi il tempismo è spesso un gioco perdente. Quando si tratta di navigare in una fase discendente è intelligente concentrarsi sull’avere un piano generale forte che possa superare la volatilità.
Un piano di investimento a lungo termine costruito sui tuoi obiettivi e un livello di rischio adeguato può aiutarti a guadagnare denaro nonostante il flusso e il riflusso dei mercati.
A presto.
Fammi una domanda

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *