fbpx

Come affrontare le montagne russe emozionali degli investimenti.

Se hai prestato attenzione alle notizie finanziarie dell’ultimo anno, allora sai che lo scorso ottobre del 2018 c’è stato il peggior ribasso mensile del mercato azionario dal 2011. Non hai dovuto guardare lontano, poiché il rumore scatenato dal mercato azionario era un crescendo. I titoli dei media erano pieni di frasi come: bruciati xxx miliardi, crollo epocale e nessun posto dove proteggersi.

Quando accendiamo la TV o la radio oppure sfogliamo un giornale o, ancora più di frequente,  quando cerchiamo delle notizie da internet, è importante ricordare che l’obiettivo principale dei media è vendere un prodotto, di solito, pubblicità, cercando quindi strategie per attirare la nostra attenzione. Le varie testate ed i loro editori non sono interessati a fornirti una corretta immagine di te proiettato nel lungo termine o aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di vita. Peggio ancora quando i mercati di tutto il mondo registrano dei ribassi marcati.
Parole emotivamente cariche che ti fanno sentire come se dovessi fare qualcosa per evitare di perdere il tuo gruzzolo. Ma seguire il nostro istinto quando investiamo può portare a risultati pericolosi.
In tempi come questo, abbiamo bisogno di una strategia per darci una prospettiva adeguata. Le fluttuazioni del mercato sono incredibilmente normali e ci forniscono tecniche per aiutarci a far fronte alla volatilità di breve termine per poi concentrarci invece su ciò che è veramente importante: la realizzazione dei nostri obiettivi di lungo termine.
Ma se guardiamo indietro, la storia offre una prospettiva diversa da come ci viene proposta dai vari mass-media.
La volatilità del mercato è un fatto normale, ma può comunque renderti nervoso. Per comprendere veramente gli alti e bassi, dobbiamo affidarci a dati oggettivi:
  • Ci sono stati 12 mercati di orso in piena regola dal 1945.
  • Un calo del 5% o più del mercato si verifica in genere 3 volte l’anno.
  • Un calo del 20% di solito si verifica circa ogni 4 anni.
Gli ultimi 10 anni sono stati effettivamente l’anomalia.
È importante ricordare che un mercato orso non è una brutta cosa. In realtà è un ottimo momento per rivalutare il tuo piano di investimenti e monitorare la tua tolleranza al rischio.
Comprendere quale sia realmente il tuo orizzonte temporale, non solo ti aiuterà a digerire le discese del mercato più facilmente, ma ti aiuterà anche a trarre vantaggio quando gli altri sono scossi. Perché il tempo che si rimane investiti nel mercato è straordinariamente più importante del tempismo del mercato.
Una delle tentazioni più difficili da combattere quando si investe è la speculazione su quando sarà il prossimo ribasso del mercato. Al punto che ci convinciamo che dovremmo uscire quando le cose vanno bene e rientrare dopo che il peggio è finito. Quello che ci manca di quella strategia è che molti dei migliori giorni di performance si verificano vicino ai giorni peggiori in cui la volatilità è al massimo.

Affronta la paura con le azioni.

Come ti dicevo sopra la continua pioggia di notizie che ci arriva alla velocità della luce, rende ancora più difficile evitare il disagio.
Che si tratti di tweet o notizie via satellite 24 ore su 24, le notizie finanziarie di oggi sono quasi immediate rispetto a 30 anni fa, quando le avresti ascoltate non prima del giorno successivo. Nel suo libro “Your Money and Your Brain”, Jason Zweig ci fornisce alcune potenti domande per impedire ai tuoi sentimenti di sopraffare i fatti.
Invece di ascoltare e reagire istintivamente alle notizie finanziarie, fermati, mettiti in pausa e pensa:
  • Qualcosa è cambiato nel mio quadro finanziario oltre al prezzo del mio investimento?
  • I motivi che mi hanno spinto ad investire in quell’investimento sono ancora validi?
  • Se mi è piaciuto abbastanza questo investimento per acquistarlo a un prezzo molto più alto, non dovrei apprezzarlo ancora di più ora che il prezzo è più basso?
  • Quali altri elementi devo valutare per sapere se si tratta davvero di una brutta notizia?
  • Questo investimento è mai diminuito così tanto prima? Se è così, avrei fatto meglio a venderlo o a comprarne di più?

Cosa fare dopo?

Per affrontare con successo un mercato orso, è necessaria una strategia di lungo termine. Devi considerare dove ti trovi nel percorso della tua vita, per sviluppare il tuo piano di azione.
Se hai 20 o 30 anni non preoccuparti, c’è ancora molto tempo. Le scelte di investimento contano ancora a questa età, ma non tanto quanto i tuoi risparmi effettivi. Un piccolo investimento in un PAC azionario diversificato ti aiuterà costantemente a sfruttare il calo dei prezzi delle azioni, una fantastica opportunità di investimento nel lungo termine.
Se hai tra i 50 e i 60 anni, è molto più importante concentrarsi sulla propria strategia di investimento complessiva. In che modo l’allocazione delle risorse corrisponde alla tempistica della pensione? Per molti, in questo percorso di vita, i rendimenti degli investimenti saranno maggiori degli importi annuali di risparmio. Dovrai anche affrontare il passaggio dall’attività lavorativa alla pensione in cui dovrai impegnare gran parte del tuo patrimonio e questo potrebbe mettere in difficoltà il tuo futuro pensionamento senza una strategia ben pianificata per tempo.
Un aiuto professionale a questo punto, può aiutarti a rispondere di conseguenza agli eventi del mercato e, soprattutto, agire come partner di responsabilità. Avere un cuscinetto tra le tue emozioni e i mercati può essere la decisione finanziaria più importante che puoi prendere.

 

PRENOTA UN APPUNTAMENTO !

Posso aiutarti ad affrontare in modo serio e costruttivo l’investimento nei mercati con un metodo coerente con la tua tolleranza al rischio e finalizzato al raggiungimento dei tuoi obiettivi di vita.

E’ il modo più intelligente per rimanere investiti nel mercato ed evitare che momentanei ribassi possano indurti ad uscire e vendere in perdita compromettendo la realizzazione dei tuoi progetti.

PRENOTA UN APPUNTAMENTO !

Ma non finisce qui…

Concludo questo articolo con alcuni assunti che necessitano essi stessi di un articolo a parte per ognuno ma che possono essere per te uno spunto di riflessione:
  1. Il calo del mercato fa parte del “gioco” degli investimenti.
  2. Il tempo sul mercato è importante, non i tempi del mercato.
  3. Investire facendosi guidare dall’emotività è estremamente pericoloso.
  4. Elaborare un piano e attenersi ad esso.
  5. La diversificazione è fondamentale.
  6. Il reddito fisso può aiutare a diversificare.
  7. Il mercato premia sempre gli investitori a lungo termine.
A presto.

 

(Fonte: https://www.financialsymmetry.com/ignore-media-hype-invest-bear-market-ep-71/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *