fbpx

Vuoi guadagnare in borsa? Ti serve solo un po’ di tempo.

Oggi voglio riprendere un articolo pubblicato da Ken Fisher, fondatore e presidente esecutivo di Fisher Investments, in cui ci parla di timing (in italiano tempismo) e di tempo.

Mai come in questi giorni di turbolenze dei mercati, una riflessione come quella che faremo nelle prossime righe diventa attuale.

A chi non piacerebbe comprare ai minimi e vendere ai massimi del mercato?

Ken ci mette in guardia dal fatto che cavalcare tutti gli aumenti del mercato azionario ed uscire prima dei ribassi è una perfetta utopia.
Nemmeno i più grandi investitori riescono in questa impresa.
E’ per questo che ti voglio rivelare uno straordinario segreto:
non è necessario un tempismo perfetto (timing) per ottenere ritorni straordinari. Il tempo che si rimane investiti sul mercato batte qualsiasi tempismo in entrata sui mercati.
Per dimostrare questo, Ken, prende in considerazione tre fratelli immaginari, ciascuno con $ 10.000 da investire in azioni americane sull’indice azionario Standard & Poor’s 500 ogni anno dal 1977 al 2018, quindi un totale investito di 410.000$ in un periodo di tempo che comprende cinque crisi.
s&p500

Grafico dello S&P500 dal 1977 al 2018 (Fonte: Yahoo Finance)

La prima, Gianna, ha una capacità straordinaria per investire ai minimi di mercato di ogni anno, riuscendo a guadagnare l’intero rialzo di ogni anno.
Giuseppe, invece è un terribile investitore. Riesce a investire ai massimi del mercato di ogni anno, perdendo eventuali guadagni e incassando le perdite di ogni anno.
Giacomo, il fratello più giovane e intelligente, che sa di non avere capacità di prevedere il mercato e quindi investe il primo giorno di ogni anno indipendentemente dalle quotazioni.
Arrivati a giugno 2018 i tre fratelli confrontano i rendimenti ottenuti da ognuno.
I 41 anni di perfette tempistiche di Gianna hanno fruttato un rendimento medio annuo dell’11,4% e uno straordinario patrimonio finale equivalente a $ 8,2 milioni.
Mentre Giacomo, il fratello che ha investito all’inizio di ogni anni si è classificato secondo con un rendimento di tutto rispetto dell’11,1% e $ 7,8 milioni di patrimonio finale, anche qui ottimo.
Anche Giuseppe, che ha un tempismo terribile, ha ottenuto un rendimento non male del 10,8%, trasformando i suoi $ 410,000 investiti in $ 6,7 milioni finali. Certo, è abbastanza gratificante, ma l’ultimo classificato dei tre fratelli, Giuseppe ha un alto prezzo da pagare. Vale a dire $ 1,1 milioni rispetto a Giacomo.
gianna e son

Rappresentazione grafica dei risultati degli investimenti dei tre fratelli.

Ovviamente ti renderai conto che essere come Gianna è impossibile. Riuscire ad investire ai minimi e uscire ai massimi è assurdo soltanto poterlo pensare. Non solo! Provare a essere come lei ti potrebbe portare nella situazione di Giuseppe o addirittura anche peggio. Cercare di prevedere i minimi di mercato aumenta di molto la probabilità di sbagliare.
Generalmente la gente entra nei mercati dopo un forte rialzo e non dopo i ribassi.
E’ supportato da evidenti dati statistici che la gente tende ad entrare nel mercato quando ci sono i rialzi e ci si trova in un clima di euforia mentre tende ad uscirne quando ci sono i ribassi per paura di perdere tutto il capitale. Tutto il contrario di quello che si dovrebbe fare.
Ma qual’è il momento migliore per comprare? E’ ovvio, il momento migliore per comprare è sicuramente quando le persone lo vogliono meno.

 

CLICCA QUI ! per una prima CONSULENZA GRATUITA di 30 minuti!

Posso aiutarti ad affrontare in modo serio e costruttivo l’investimento nei mercati con un metodo coerente con la tua tolleranza al rischio e finalizzato al raggiungimento dei tuoi obiettivi di vita.

E’ il modo più intelligente per rimanere investiti nel mercato ed evitare che momentanei ribassi possano indurti ad uscire e vendere in perdita compromettendo la realizzazione dei tuoi progetti.

CLICCA QUI ! per una prima CONSULENZA GRATUITA di 30 minuti!

 

Abbiamo visto che il tempo batte in maniera schiacciante il timing. Come mai?
Te lo spiego con un altro esempio. Prendiamo in considerazione Gino e Gioacchino.
Gino investe $ 10.000 in azioni americane ogni anno, a partire dal 1977. Come Giuseppe, Gino ha un tempismo orribile, compra ai prezzi più cari di ogni anno. Gino smette di investire dopo 10 anni e lascia investito il suo patrimonio nell’indice azionario S & P 500.
Nel frattempo, Gioacchino rimanda l’investimento e parte nel 1987 e da questa data inizia ad investire i suoi $ 10.000 all’anno. Gioacchino ha un tempismo perfetto e, a differenza di Gino, continua ad investire $ 10.000 ogni anno fino al 2018. Potrai pensare che in questo modo avrà alla scadenza un capitale più alto di Gino?
Non è così!
Nonostante abbia un tempismo scadente, Gino ha trasformato i suoi $ 100.000 investiti in $ 216.576 in azioni quando Gioacchino comincia ad investire i suoi primi $ 10.000. Avere iniziato 10 anni prima l’investimento, non solo ha compensato il perfetto tempismo di Gioacchino ma gli ha permesso di avere un montante più elevato.
Nel giugno 2018, ha poco più di $ 5 milioni. Gioacchino ne ha meno della metà, circa $ 2,1 milioni. L’interesse composto (di cui ti parlo qui), sfruttato da Gino per maggior tempo, ha restituito un risultato di gran lunga migliore rispetto al perfetto tempismo di Gioacchino.
Pensi di non poter mai essere come Gioacchino? Molti investitori sono usciti dal mercato dopo la crisi finanziaria e ne sono rimasti lontani per anni. Molti non sono ancora rientrati. Tuttavia, dal 9 marzo 2009, i titoli azionari statunitensi sono cresciuti del 419% considerando i dividendi! Vuoi sapere invece come è andata dal picco di pre-crisi? Su del 132%. Non serve avere doti straordinarie in fatto di tempismo per guadagnare bene.
Tieni bene a mente questi esempi, in questi giorni di turbolenza dei mercati e ogni qualvolta i mercati tenderanno al ribasso ed hai dei soldi investiti oppure la prossima volta che hai dei risparmi e hai deciso di investirli.
Il tuo desiderio di evitare brutti momenti vale il rischio di essere come Giuseppe o Gioacchino?
A presto.
(Fonte: Usa Today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *