fbpx

Smettila di controllare i tuoi investimenti!

Andare continuamente a controllare il valore dei tuoi investimenti a lungo termine o determinare se il saldo è cambiato da ieri è sciocco! Se è salito ti senti eccitato artificialmente per alcuni momenti, se invece è sceso sarai infelice. Eppure nessuno dei due casi avrà un impatto sui tuoi investimenti di lungo che scadranno tra 10, 20 o 30 anni.

 

CLICCA QUI per ascoltare il file audio

      ISCRIVITI alla mia newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti!

Come ti dicevo nell’introduzione, andare continuamente a controllare il valore dei tuoi investimenti a lungo termine o determinare se il saldo è cambiato da ieri è sciocco!
La maggior parte di noi starebbe molto meglio se il nostro investimento avesse un vincolo fino alla scadenza oppure una penale sul riscatto anticipato del 90%.
Se ti sei costruito da solo il tuo portafoglio o con l‘aiuto di un Consulente Finanziario ed è adeguatamente diversificato, queste sono le tempistiche di quando dovresti guardarlo:
–  Ogni 35 anni riequilibrio annuale;
–  Revisione semestrale dai 35 ai 50 anni;
–  Riequilibrio semestrale e revisione trimestrali dai 50 ai 70 anni e mezzo.
Naturalmente avrai capito che sto scherzando!
E’ statisticamente provato che un risparmiatore che controlla il suo portafoglio una volta l’anno tende ad avere una componente azionaria più elevata in portafoglio rispetto a chi lo controlla ogni mese e quindi maggiori opportunità di rendimento.
Questo vuol dire che nel tempo il suo patrimonio crescerà di più ed egli sarà meno coinvolto nelle oscillazioni di breve del suo patrimonio e gli permetterà di affrontare con maggiore serenità anche i ribassi più marcati.

Ascolta il post direttamente da Telegram ed iscriviti al mio canale cliccando qui     

Iscriviti al mio canale TELEGRAM  

Potrai ricevere, ogni giorno: 

– 1 approfondimento sul mondo della finanza

– 1 nota vocale con il commento di Andrea Rosettani.


Clicca sul pulsante qui sotto per lasciare la tua mail e ricevere aggiornamenti del blog:

Iscriviti alla Newsletter


A presto.
Andrea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *