fbpx

Come ti truffo il VIP!

dicaprio

Cosa hanno in comune celebrità come Steven Spielberg e Ben Affleck? I coniugi di ferro Kevin Bacon e Kyra Sedgwick o i protagonisti del divertentissimo film “Tutti pazzi per Mary” Cameron Diaz e Ben Stiller? Il candidato all’Oscar John Malkovich o lo scrittore di “Forrest Gump” Eric Roth o la starlette Kim Kardashian e suo marito Kris Humphries?

La cosa che accomuna tutti questi personaggi, oltre alla fama indiscussa, è l’essere stati vittima di consulenti finanziari ai quali si erano affidati. Sembra assurdo pensare che, personalità di spicco che guadagnano milioni di dollari, non riescano a circondarsi di persone di fiducia oneste ed affidabili.

Nemmeno Leonardo Di Caprio, il protagonista del tanto discusso “The Wolf of Wall Street”, in cui interpretava Jordan Belfort, lo spregiudicato broker newyorkese e la sua vita fatta di eccessi è riuscito ad imparare la lezione.

wolf of wall street

“The Wolf of Wall Street”

 

Di questo ci parla Bryan Borzykowski in questo articolo del sito americano Financial Planning.

Quando gli americani si sono sintonizzati sugli Oscar il 4 marzo scorso, hanno potuto apprezzare tutto lo sfarzo e il glamour di Hollywood. Ma, se da una parte può sembrare che questi ricconi americani stiano vivendo una fantastica esistenza, alcuni di quelli sul tappeto rosso sono stati vittime di frodi compiute dai loro stessi consulenti finanziari.

Negli ultimi vent’anni, numerose celebrità di spicco come Steven Spielberg, Leonardo DiCaprio, Ben Affleck e Ben Stiller sono stati truffati per milioni di dollari, scoprendo la frode solo quando era troppo tardi. Ecco alcune di quelle frodi finanziarie.

Bernard Madoff, founder of Bernard L. Madoff Investment Secu

Bernie Madoff

 

Lo schema Ponzi di Bernie Madoff ha intrappolato in una vasta rete, banche, fondi pensione, hedge fund e società di investimento che hanno investito miliardi con il finanziere e moltissimi americani hanno perso il loro denaro quando lo schema da 65 miliardi di dollari è stato scoperto nel 2008.

Tuttavia, queste celebrità, molte delle quali hanno investito direttamente con Madoff, hanno subito più di altri gli effetti della sua negligenza finanziaria. La coppia di Hollywood, Kevin Bacon e Kyra Sedgwick, il candidato all’Oscar John Malkovich e lo scrittore di “Forrest Gump” Eric Roth hanno perso milioni di dollari.

Un ente benefico istituito dal regista di “The Post” Steven Spielberg è stato anche lui truffato da Madoff. Secondo il Wall Street Journal, circa il 70% degli introiti per interessi e dividendi della Fondazione Wunderkinder era investito nelle società gestite dai Madoff.

Nel 2009, Madoff è stato condannato a 150 anni in una prigione federale.

Nonostante questo, Kevin Bacon, John Malkovich, Eric Roth, Steven Spielberg e Bernie Madoff non hanno mai risposto alle e-mail di chi chiedeva commenti da parte loro in merito alla questione.

dana_giacchetto_a_l

Dana Giacchetto

“L’agente di cambio delle stelle” è un truffatore! Se c’è un consiglio che le celebrità e, in generale, ogni investitore dovrebbe avere a cuore, è che gli investimenti dovrebbero essere noiosi.

Tuttavia, molti attori preferiscono investire con consulenti finanziari “hotshot”, fino a quando non bruciano tutti i loro denari. È quello che è successo alle celebrità vincitrici dell’Oscar Leonardo Di Caprio e Ben Affleck, e ad altri attori di spicco come Cameron Diaz e Ben Stiller.

Negli anni ’90, Dana Giacchetto, una volta soprannominato “stockbroker to the stars” ( l’agente di cambio di stelle), era il consulente di riferimento per molti Big di Hollywood e spesso organizzava spettacolari feste per i suoi clienti. Una volta ha detto a Billboard Magazine che Di Caprio è stato ispirato a fare il “Lupo di Wall Street” a causa del suo rapporto con Giacchetto. “Il sesso, le droghe e la decadenza nella mia vita sono state dieci volte peggiori [di Wolf]”, ha detto a Billboard nel 2014.

Tutto è crollato nel 2000, quando è stato arrestato per aver rubato circa 10 milioni di dollari ai suoi clienti. È stato condannato a 57 mesi di prigione, ma è stato rilasciato presto per buona condotta, anche se non è mai riuscito a rimettersi in piedi. Nel 2014, Giacchetto è stato accusato di frode telematica. Due anni dopo fu trovato morto nel suo appartamento.

Leonardo Di Caprio, Ben Affleck, Cameron Diaz e Ben Stiller non hanno mai risposto alle e-mail che chiedevano commenti.

kris-andrey

Andrey Hicks

L’ex marito della Kardashian vittima di una truffa. Anche i membri della cerchia di Kim Kardashian non sono immuni da frodi. Nel 2011, solo tre mesi dopo che la star del reality TV ha sposato il giocatore NBA Kris Humphries, e quasi due mesi dopo aver chiesto il divorzio (il matrimonio è durato 72 giorni), Andrey Hicks, 27 anni, consigliere e amico di Humphries, è stato arrestato per cinque operazioni di frode telematica.

Secondo TMZ (canale di sport americano) e l’FBI, Hicks, era seduto dietro la coppia durante la cena di prova del loro matrimonio, nonostante l’amicizia, ha rubato più di 2,5 milioni di dollari da 10 investitori, tra cui Humphries. Li ha convinti a investire in quello che si è rivelato un finto fondo hedge. Ha anche fatto false affermazioni sul suo background, incluso il fatto di essersi laureato ad Harvard, di essere un gestore di hedge fund di successo per Barclays Capital e che il suo hedge fund aveva 1,2 miliardi di dollari di asset in gestione.

Hicks, in risposta alle domande di Financial Planning, ha affermato di essere stato coinvolto nello stile di vita delle celebrità e che non ha mai avuto intenzione di fare qualcosa di illegale.

Tutto è iniziato quando il padre di Humphries ha investito in un paio di affari organizzati da Hicks, dice egli stesso. Hicks usava quei soldi per pagare uno stipendio a se stesso, pensando che sarebbe riuscito a rimborsarlo quando le compagnie sarebbero decollate. “Il mio piano era di attingere denaro dall’investimento fino a quando non avremmo potuto creare valore per le aziende e generare guadagni”, ha detto.

Inoltre afferma che “quando ho a disposizione ingenti somme di denaro, la mia affidabilità diminuisce esponenzialmente”. Come dire: l’occasione fa l’uomo ladro! Di questo incolpa anche lo stile di vita delle celebrità. “Essere esposto al mondo delle celebrità al livello di Kim Kardashian era più di quanto io non riuscissi a gestire e, a quel punto, le intenzioni così da buone sono state trasformate in cattive”.

Humphries ha recuperato parte dei suoi soldi dopo che un giudice ha ordinato a Hicks di pagare 2,3 milioni di dollari come rimborso. Hicks è stato anche condannato a 40 mesi di prigione, ma afferma di averne fatti solo 33, di cui sei in isolamento. Forse la cosa peggiore di tutte è stato sopportare l’ira del clan Kardashian che, attraverso le dichiarazioni del loro avvocato, lo ha definito un “detenuto, truffatore e bugiardo”.

Nemmeno Kris Humphries e Kim Kardashian hanno mai risposto alle e-mail che chiedevano commenti.

kenneth ira starr

Kenneth Ira Starr

Vincitori di Oscar presi in giro! L’elenco delle celebrità che sono state truffate dai loro fidati consulenti finanziari è vasto. Nel 2010, è stato rivelato che il consulente di Hollywood Kenneth Ira Starr (non collegato al procuratore speciale Kenneth Starr) ha rubato denaro ai suoi clienti. Tra loro c’erano le star Wesley Snipes, Sylvester Stallone, Al Pacino, Martin Scorsese e molti altri.

Starr, soprannominato “mini Madoff” dai giornalisti, ha truffato clienti per 59 milioni di dollari, con 30 milioni che sarebbero stati investiti in un grande condominio di New York, con una piscina coperta e un giardino di 150 metri quadrati, nell’Upper East Side della città . Preet Bharara, allora avvocato a Manhattan, ha dichiarato che nel periodo in cui Starr ha usato la sua amicizia con clienti famosi e potenti: “ha bruciato un’immagine di affidabilità, che aveva portato i suoi clienti ad affidargli la gestione e il controllo dei loro affari finanziari”.

Non era la prima volta che Starr si trovava nei guai. Alla fine degli anni ’90, Sylvester Stallone lo cita in giudizio per frode, poiché l’attore disse di essere stato consigliato da Starr di comprare le azioni di Planet Hollywood mentre la catena di ristoranti stava per andare in bancarotta. Nel frattempo, uno degli altri clienti di Starr (il fondatore di Planet Hollywood, Keith Barish), vendeva nello stesso momento le stesse azioni. I due si accordarono fuori dal tribunale.

Starr è stato condannato a sette anni e mezzo di prigione e gli è stato ordinato di restituire oltre 29 milioni di dollari ai suoi clienti. È stato rilasciato a dicembre 2016.

Wesley Snipes, Sylvester Stallone, Al Pacino, Martin Scorsese e Kenneth Ira Starr non hanno mai risposto alle e-mail che chiedevano commenti.

La morale della storia?

Mentre la quasi totalità dei consulenti finanziari sta cercando di aiutare i propri clienti a gestire nel modo migliore i loro soldi e a risparmiare per costruire una pensione, c’è sempre qualcuno che cercherà di trarre vantaggio da un cliente fidato, anche se è un candidato all’Oscar.

A presto.

Andrea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *