fbpx

Cosa succede dopo la caduta del mercato azionario?

“Compra basso e vendi alto”. Anche se non sai nulla sugli investimenti, avrai già sentito questa frase. Con gli indici di mercato ad oltre il 20% di sconto, ogni investitore oggi ha l’opportunità di mettere in pratica la prima parte di questa affermazione.
Man mano che le azioni scendono diventano più pericolose, nel breve periodo, ma molto più interessanti nel lungo periodo.
Te lo spiego mostrandoti questa tabella che mostra i rendimenti medi, in periodi di tempo diversi, in base alla distanza del valore dell’indice dal massimo. I dati provengono dall’ S&P 500, l’indice della borsa americana, senza considerare i dividendi, dal 1950 ad oggi. I ritorni di 1 anno e oltre sono annualizzati, quindi per mostrarti dei dati che siano comparabili tra di loro i rendimenti di 3 mesi e 6 mesi sono bianchi.

Una volta che le azioni calano più del 20%, i rendimenti a lungo termine iniziano a migliorare ed ogni successivo ribasso rispetto al primo risulta sempre meno ampio. Ecco perché è così importante restare investiti nel mercato. Nessuno ha mai detto che devi avere tutti i tuoi soldi in azioni, ma non puoi nemmeno essere completamente liquido perché ogni acquisto ai valori ridotti di oggi è come un piccolo seme che germoglierà e si realizzerà in straordinari rendimenti di domani.
Se, come abbiamo visto, i rendimenti a lungo termine sono storicamente più elevati subito dopo i ribassi delle azioni, dobbiamo anche dire che nell’anno subito successivo, la volatilità è estremamente alta.
In questo secondo grafico puoi osservare come si è comportato lo Standard and Poor 500, a seguito di un calo del 25%, nei successivi 12 mesi.

Per sette volte lo Standard and Poor 500 è sceso di oltre il 25% dal 1950 ad oggi e guardando il grafico possiamo capire cosa aspettarci. A distanza di un anno due volte ci troviamo ancora più in basso, una volta siamo sotto la media, mentre per ben quattro volte il valore è più alto rispetto alla media.
In altre parole: nervi saldi e restare nel mercato!
Per due ordini di motivi:
  1. Per quello che ti dicevo all’inizio, compra basso e vendi alto ed oggi siamo sicuramente in un periodo di basse quotazioni.
  2. Poniti sempre questa domanda: chi è che fa l’affare oggi chi compra o chi vende?
Ci troviamo in un momento storico molto particolare, il nostro lavoro che fino ad oggi è stato alla base delle nostre sicurezze rischia di venir meno e la nostra salute, a causa di questo terribile virus è messa in discussione.
Nella storia ogni situazione di grave crisi è stato il momento di rottura per rimettere in campo tutte le nostre forze e ripartire con ancora più vigore rispetto a prima.
Nel mondo ogni paese sta mettendo in campo tutte le risorse necessarie per far fronte a questo momento di difficoltà.
In questo momento ci sono decine e decine di aziende in tutto il mondo con, al loro interno, scienziati e uomini che stanno scoprendo con tecnologie all’avanguardia nuove cure e al massimo entro 12 mesi questa terribile epidemia scomparirà. Alcuni parlano di 3 mesi altri, addirittura, di un periodo ancora minore…
Se sei mio cliente da un po’ abbiamo sempre condiviso che l’investimento ha la sua massima espressione nel tempo.
Non farti travolgere dalla massa di messaggi negativi che in questi giorni ci stanno propinando, cambia canale o leggiti un buon libro.
Ricorda: questa, come ogni altra epidemia e ogni altra crisi, passerà. Passerà.
Presto, molto presto, passeremo dalla paura alla voglia, finalmente, di rivivere serenamente,  ritorneremo ad uscire, ad andare a cena, a fare il viaggio che avevi accantonato, ad acquistare quel paio di scarpe su cui avevi buttato l’occhio.
Tutta questa massa di acquisti, questo movimento, darà una spinta incredibile al progresso successivo e nello stesso tempo ci accorgeremo che tutti i ribassi di oggi si saranno rivelati una straordinaria opportunità.
Ricorda: chi ha scommesso sul progresso economico del mondo nel lungo termine ha sempre avuto ragione.
E anche oggi sarà così!
Ti ricordo, infine, le regole da rispettare:
1. Entra nei ribassi;
2. Fraziona la cifra da investire su più versamenti, magari mensili, in modo da diversificare il momento di entrata e cogliere tutte le opportunità;
3. Se sei già investito non temere. Le quotazioni si riallineeranno al valore dei tuoi investimenti.
4. Stai lontano dalla TV, dai TG e da tutti i mass media catastrofisti. Vendono un prodotto e quel prodotto sei tu e, per arrivare a te, stanno sfruttando la tua paura.
5. Chiamami! Io ci sono e tra qualche mese o magari tra un anno, quando ci saremo lasciati alle spalle questo periodo, ripenseremo a questi momenti facendoci una bella risata.
PRENOTA UN APPUNTAMENTO !
A presto.

(Thank to Michael Batnick – https://theirrelevantinvestor.com/)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *